Architettura

6 Architetti Contemporanei Italiani Degni di Nota

Il ruolo dell’architettura nelle vite di ciascuno di noi è fondamentale, eppure spesso sottovalutato. Con questo articolo vogliamo celebrare le opere e la carriera di 6 architetti contemporanei Italiani i cui eccellenti lavori si sono distinti a livello internazionale e le cui idee sono d’ispirazione per le nuove generazioni di architetti in tutto il mondo.

Benedetta Tagliabue

Laureata all’ Istituto Universitario di Architettura di Venezia, oggi direttore della Escola Tècnica Superior d’Arquitectura de Barcelona, Benedetta Tagliabue è uno degli architetti italiani contemporanei più apprezzati in Europa. I suoi lavori si distinguono per uno stile che riesce ad essere sia sensibile nei confronti del contesto di cui gli edifici fanno parte, sia sperimentale nell’approccio a forme e materiali.  Le opere realizzate in collaborazione con Enric Miralles a partire dagli anni ’90 hanno raccolto decine di premi internazionali. Tra i loro lavori ci sono il Parlamento Scozzese di Edimburgo, la Torre del Gas Naturale e il Mercato di Santa Caterina a Barcellona, l’edificio comunale di Utrecht e gli spazi aperti di Hafencity ad Amburgo.

Fonte: Designboom

Massimiliano Fuksas

Secondo Massimiliano Fuksas l’arte e l’architettura devono costruire cose e luoghi per far stare bene le persone. In particolare, l’architettura non andrebbe isolata, né resa esclusiva e intellettuale, ma dovrebbe cercare di comprendere molti aspetti dei luoghi su cui interviene: il paesaggio, la geografia, l’economia, l’arte, il mondo dell’espressione. Le sue opere sono basate sulla dialettica tra l’intelligenza e l’istinto, e sugli studi fatti precedentemente su frattali, nuvole e sulla teoria secondo la quale ci sarebbe un algoritmo, sebbene sfuggente e difficile da scoprire, che regola la meteorologia, che appare invece basata sul chaos. Tra le sue opere ci sono la Nuova Fiera di Milano, lo Zenith Music Hall a Strasburgo e ad Amiens, in Francia, la Chiesa di San Paolo Apostolo di Foligno, il Peres Center for Peace di Ajami, Israele e l’Aeroporto di Shenzhen-Bao’an.

Fonte: area-arch.it

Cino Zucchi

Laureato in Architettura al Politecnico di Milano, dove oggi insegna Composizione Architettonica e Urbana, Cino Zucchi è rinomato a livello internazionale per i suoi lavori, focalizzati sul cercare nuovi spazi per la vita quotidiana all’interno del variegato paesaggio europeo. Il suo studio ha progettato e realizzato negli anni molti edifici e spazi comuni, sia urbani che agricoli, che sono stati oggetto di esposizione in mostre e pubblicazione in riviste internazionali. Tra i suoi progetti più noti ci sono l’area di Keski Pasila a Helsinki, il quartiere Fiera ad Abbiategrasso, il porto di Epano Skala a Mytilene-Lesbo, il ridisegno dell’area Ex Junghans a Venezia.

Fonte: Divisare.com

Matteo Thun

Matteo Thun è un architetto e designer di Bolzano, noto per essere stato negli anni 80 tra I fondatori del Memphis Group, un movimento del disegno industriale che fu molto influente sul gusto dell’epoca. Da un esigenza di espressione sensoriale nell’ambito del design degli 80, è oggi portavoce dell’esigenza di preservare il pianeta, costruendo meno e meglio, rispettando l’ambiente. Secondo Thun, il lusso oggi è il non possesso, è la qualità mentale di avere tempo per se stessi e sapere cose. Questo però non fa di lui un minimalista. Il minimalismo, secondo la sua visione, è acqua passata. Il rigetto dell’esuberanza degli anni 80. Tra le sue opere più conosciute ci sono l’Ide Hotel ad Amburgo, il Vigilius Mountain Resort presso Merano e il Radisson SAS di Francoforte.

Fonte: archdaily.com

Italo Rota

Laureato al Politecnico di Milano, e vissuto per la prima parte della sua carriera a Parigi, Italo Rota è riconosciuto a livello mondiale tra i più prominenti architetti e designer italiani.  Da sempre convinto nella necessità di seguire il principio della reversibilità, e del costruire rioccupando spazi, piuttosto che usare nuovi luoghi liberi, tenendo però presente la loro storia passata.  Tra i suoi lavori ci sono la passeggiata del Foro Italico a Palermo (Medaglia d’Oro in Architettura Italiana per gli spazi pubblici nel 2006) e del Museo del Novecento a Palazzo dell’Arengario, in Piazza Duomo a Milano, Casa Italiana presso la Columbia University di New York; Un tempio indù a Mumbai e il Club Chameleon a Dubai.

Fonte: madtrip.co

Mario Cucinella

Mario Cucinella è un architetto e designer italiano, noto soprattutto per realizzazioni focalizzate sulla sostenibilità ambientale. Ha iniziato la sua carriera studiando con Giancarlo de Carlo e lavorando presso gli studi italiani e francesi di Renzo Piano, con cui ha continuato a collaborare anche dopo aver fondato il proprio studio a Bologna. Tra le sue opere più conosciute ci sono il Centre for Sustainable Energy Technologies (CSET) di Ningbo e la sede della società 3M a Milano, con le quali ha vinto due edizioni del premio Marché International des Professionnels d’Immobilier nella categoria edifici verdi.

Fonte: mcarchitects.com

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*